Pioneering since 1903

LA DAKAR RIENTRA IN ARGENTINA CON QUINTANILLA E RENET SECONDO E SETTIMO IN CLASSIFICA GENERALE

IL DUO ROCKSTAR ENERGY HUSQVARNA SEMPRE IN LIZZA PER UN FINALE DA PROTAGONISTI

I piloti ufficiali Rockstar Energy Husqvarna Pablo Quintanilla e Pela Renet hanno realizzato un’altra ottima prestazione nella difficile ottava tappa del Dakar Rally di martedì, confermandosi secondo e settimo nella classifica generale all’arrivo a Salta, in Argentina. Il rally è ora diretto ad est, verso il finale di Sabato a Buenos Aires. 

I due piloti hanno terminato in settima e ottava posizione in un'altra tappa difficile e tormentata dalla pioggia, con Quintanilla a soli sette minuti dal vincitore, lo spagnolo Joan Barreda. Renet ha terminato a due minuti e mezzo dal suo compagno di team cileno, mentre la gara lasciava le altezze della Bolivia per tornare sulla strada che unisce Uyuni a Salta. È stata una giornata molto intensa per i piloti e l'intera carovana della Dakar. 

La pioggia che ha flagellato il rally da venerdì scorso in Bolivia ha continuato a scatenare il caos nel percorso di gara. Prima della tappa, la direzione gara ha annunciato che ci sarebbero stati cambiamenti al programma della giornata a causa di inondazioni e dell'innalzamento del livello dell'acqua nei fiumi che si sarebbero dovuti attraversare. 

Mentre veniva completata la prima metà della speciale cronometrata, l’organizzazione ha subito un altro duro colpo quando una enorme frana si è abbattuta sulla strada di collegamento a circa 40 km a nord di Jujuy, e a 16 km da Salta, e che secondo le autorità civili argentine, ha causato notevoli danni a un villaggio lungo la strada. 

Il gruppo di testa dei piloti è riuscito a completare la tappa, ma molti del gruppo rimanente, e la maggior parte dei team di supporto e dei veicoli, non hanno raggiunto Salta prima della notte. I veicoli partecipanti alla Dakar, i concorrenti, l'assistenza e la logistica sono stati dirottati su un percorso alternativo, allungando il collegamento di circa 200 km. L'arrivo in ritardo di piloti e veicoli, alcuni dei quali non sarebbero stati in grado di raggiungere Salta in tempo per l'inizio della tappa 10, ha continto la direzione gara ad annullare la nona tappa di mercoledì. Squadre e veicoli ora si riorganizzeranno in tempo per la decima tappa di giovedì, da Chilecito a San Juan. 

La nona tappa, chiamata 'Super Belen', prevedeva quasi 1.000 km con una navigazione molto difficile, che avrebbe potuto cambiare le carte in tavola in questa edizione. Il suo annullamento compromette anche le possibilità di Quintanilla di ridurre il divario, di quasi 21 minuti, dal leader di classifica generale, l’inglese Sam Sunderland. Quintanilla ha ora circa sette minuti di vantaggio rispetto al terzo in classifica, il francese Adrien Van Beveren. 

Renet ha concluso la tappa in ottava posizione, a nove minuti dal pilota più veloce, e rimane settimo in classifica generala. Egli è ora a distanza di tiro dal suo obiettivo di essere tra i primi dieci al traguardo di sabato. 

Nonostante la cancellazione della tappa di mercoledì, il giovedì e il venerdì restano due giorni lunghi e molto difficili, e mentre i soli piloti correranno il sabato solo una breve speciale cronometrata di 64 km, per raggiungere il traguardo dovranno percorrere un totale di 786 km anche nel giorno finale. 

Tappa 8 (Uyuni – Salta) 
1. Barreda (ESP), Honda, 4:28.21 h 
2. Walkner (AUT), KTM, +3.51 min 
3. Sunderland (GBR), KTM, +3.54 min 
...
7. Quintanilla (CHL), Husqvarna, +7.07 min 
8. Renet (FRA), Husqvarna, +9.26 min 

Classifica generale 
1. Sunderland 22.01.08 h 
2. Quintanilla, +20.58 min 
3. Van Beveren, +28.49 min 
… 
7. Renet, + 1:08.09 h

?

Please choose your bike

?

Please choose your bike