Pioneering since 1903

AMA MX: MITCHELL HARRISON NELLA TOP 5 A BUDDS CREEK

IL TALENTO ROCKSTAR ENERGY HUSQVARNA FACTORY RACING SI CONFERMA IN PALLA NEL FINALE DI STAGIONE. NELLA TOP 10 MOSIMAN IN 250 E NICOLETTI IN 450, DOVE FINALMENTE RIENTRA JASON ANDERSON, SUBITO VELOCE

Il team Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing si è schierato sabato al Budds Creek National a Mechanicsville, nel Maryland, per il penultimo round del campionato AMA Pro Motocross. Mitchell Harrison ha dato ottima prova di sé con un quarto posto finale, mentre i suoi compagni di squadra Michael Mosiman e Phil Nicoletti hanno concluso decimo e sesto nelle rispettive classi; poca fortuna per Jordan Bailey in 250. Budds Creek ha anche visto il rientro dopo il lungo recupero dall’infortunio patito a inizio stagione del campione AMA Supercross 2018 Jason Anderson, che ha subito impressionato con un quarto posto nella prima manche 450. 

Partito benissimo nella prima manche 250, Mitchell Harrison era stabilmente nella top 3 quando un piccolo errore in una salita lo ha retrocesso quarto. Respingendo gli attacchi del compagno di squadra Michael Mosiman, ha mantenuto la quarta piazza fino al traguardo. Quinto allo start di Gara2, guidando benissimo ha realizzato il sorpasso per la quarta piazza a metà gara; ma mentre stava per attaccare il terzo, ha commesso un piccolo errore saltando fuori pista. Ripresosi rapidamente, si è rimesso all’attacco, raggiungendo di nuovo il terzo e sorpassandolo per poi tornare quinto poco dopo. Ha poi concluso la gara al quinto posto, e il 4-5 di giornata gli vale il quarto posto finale di giornata. 

“Nel complesso una buona giornata,”, ha detto Harrison. “Ho corso benissimo in entrambe le manche facendo quarto e quinto. Ho dimostrato a me stesso che se il fondo è asciutto posso stare davanti. Non ringrazierò mai abbastanza tutti i component del team Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing, e non vedo l’ora di correre la prossima gara." 

Michael Mosiman è partito bene nella prima manche 250, rimanendo poi sempre nella top 10. Sesto al secondo giro, è subito passato quinto alle spalle del compagno di squadra Mitchell Harrison. Tornato sesto nel giro seguente dopo un errore, si è rifatto sotto cercando di recuperare la posizione e riuscendoci al quarto giro, per poi scendere di nuovo sesto in una battaglia con un gruppo di altri piloti. Passato più tardi nono, è poi riuscito a realizzare un altro sorpasso per l’ottava piazza finale. Quarto in partenza di Gara2, è sceso settimo prima del secondo giro, poi è caduto passando quattordicesimo al quarto giro; ma grazie a una grande rimonta è tornato nono al decimo giro, mantenendo poi la posizione fino alla fine. Il suo 8-9 gli assegna la decima piazza di giornata. 

“Budds Creek era iniziata col piede sbagliato,” ha detto Mosiman. “È una pista veramente tecnica, ma alla fine ho trovato il mio ritmo. In Gara1 sono partito bene, ero davanti e in lotta coi primi. Ho fatto una bella battaglia con Harrison, che oggi ha guidato veramente bene. Ho fatto un erroraccio che mi ha ricacciato indietro, ma quando Savatgy mi ha passato sono riuscito a risuperarlo, il che è stato fantastico. Anche in Gara2 sono partito molto bene, uscendo attorno alla quarta piazza. Stavo guidando bene ma poi ho perso il davanti. Sono riuscito a recuperare fino a nono, che non è male. Alla fine ho fatto due buone partenze e sono contento di come è andata. Sono contento che ora arrivi l’ultima gara.” 

Jordan Bailey è partito a centro gruppo nella prima manche 250 ed era sedicesimo al quarto giro. Passato quindicesimo nel giro successivo si è messo al lavoro per risalire, ma ha avuto un problema verso la metà gara che lo ha costretto nelle retrovie, dove ha concluso trentottesimo. Di nuovo a centro gruppo allo start di Gara2, si è fatto avanti fino alla dodicesima piazza al quarto giro, e stava risalendo ancora quando nuovi problemi lo hanno costretto al ritiro. 

“Ho dovuto risalire il gruppo in Gara1,” ha detto Bailey. “Ho iniziato a superare, ma poi un problema ha compromesso la gara. In Gara2 sono partito discretamente bene dall’esterno, e sono riuscito a salire fino all’undicesima posizione, ma a quattro giri dal termine altri problemi mi hanno costretto a ritirarmi. Non è stato un gran weekend, ma nemmeno terribile, per cui va bene così. Ora guardiamo alla prossima gara.” 

Ryan Sipes è partito a centro gruppo nella prima manche 250 ed è rimasto attorno alla quindicesima posizione per la prima metà della gara, poi al quinto giro è sceso sedicesimo. Dando tutto quello che poteva per il resto della manche ha concluso ventesimo. Ha poi deciso di saltare Gara2 per ragioni mediche. 

“Oggi mi sono qualificato normalmente,” ha detto Sipes, “ma non mi sono mai sentito bene. Ero come frastornato. Volevo correre Gara2, ma nel giro di ricognizione ho avuto di nuovo le vertigini e ho preferito non rischiare.” 

Nella classe 450, Phil Nicoletti è partito nella top 10 della prima manche e nel primo giro si era già portato al quinto posto. Dopo un piccolo errore che lo ha fatto passare settimo, ha guidato con grande costanza restando settimo fino alla fine. Realizzato l’holeshot in Gara2, ha chiuso il primo giro quarto e ha continuato a lottare nella top 10 per poi concludere sesto. Il suo 7-6 gli vale il sesto posto di giornata. 

“Oggi è andata bene,” ha detto Nicoletti. “Mi sono qualificato bene, e ho corso bene la prima manche, con discreti tempi sul giro. In Gara2 ho fatto un bell’holeshot e sono stato quinto per un po’. Nell’ultimo giro ho avuto un piccolo contrattempo chiudendo sesto. Ma ci rivedremo in Indiana.” 

Budds Creek ha visto anche l’atteso rientro di Jason Anderson, che si è immediatamente messo in mostra. Partito benissimo in Gara1, è entrato subito nella top 5, realizzando quasi subito il sorpasso per la quarta posizione e mantenendola per quasi tutta la manche per poi tornare quinto dopo essere stato superato da Eli Tomac. Ma grazie a un attacco sul finale di gara Jason è tornato quarto concludendo il suo impressionante rientro ai piedi del podio di manche. Ha poi preferito non correre Gara2, ma lo rivedremo sabato prossimo per l’ultima tappa del campionato. 

“Ho avuto un weekend discreto,” ha detto Anderson. “Sono riuscito a qualificarmi terzo e a fare quarto in Gara1. Poi ho preferito non stancarmi troppo e non prendere rischi correndo Gara2, voglio fare un passo alla volta. Tornerò sabato prossimo e vedremo se potrò fare due manche ad alti livello.” 

Prossima gara: Ironman National, Crawfordsville, Indiana, 25 agosto. 


Risultati, Budds Creek National 

Classe 250 
1. RJ Hampshire (2,1) 
2. Chase Sexton (7,2) 
3. Aaron Plessinger (1,11) 
4. Mitchell Harrison - Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing (4,5) 
5. Austin Forkner (3,7) 
6. Alex Martin (10,4) 
7. Justin Cooper (14,3) 
8. Shane McElrath (9,6) 
9. Dylan Ferrandis (5,10) 
10. Michael Mosiman - Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing (8,9)
… 
23. Ryan Sipes - Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing (20,40) 
... 
39. Jordan Bailey - Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing (38,34) 

Classe 450 
1. Eli Tomac (3,1) 
2. Ken Roczen (1,3) 
3. Marvin Musquin (2,4) 
4. Blake Baggett (5,2) 
5. Justin Barcia (6,5) 
6. Phil Nicoletti - Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing (7,6) 
7. Cooper Webb (8,7) 
8. Benny Bloss (9,8) 
9. Dylan Merriam (12,10) 
10. Weston Peick (14,9) 
… 
12. Jason Anderson - Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing (4,-) 


Classifiche di campionato (dopo il round 11)
 

Classe 250 
1. Aaron Plessinger - 450 punti 
2. Alex Martin - 366 punti 
3. Justin Cooper - 318 punti 
4. Shan McElrath - 305 punti 
5. RJ Hampshire - 299 punti 
6. Chase Sexton - 287 punti 
7. Austin Forkner - 284 punti 
8. Dylan Ferrandis - 281 punti 
9. Joey Savatgy - 262 punti 
10. Jordon Smith - 259 punti 
11. Michael Mosiman - Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing - 208 punti 
12. Mitchell Harrison - Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing - 185 punti 
… 
16. Jordan Bailey - Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing - 115 punti 

Classe 450 
1. Eli Tomac - 493 punti 
2. Marvin Musquin - 473 punti 
3. Ken Roczen - 403 punti 
4. Justin Barcia - 394 punti 
5. Blake Baggett - 370 punti 
6. Weston Peick - 291 punti 
7. Phil Nicoletti - Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing - 282 punti 
8. Benny Bloss - 278 punti 
9. Kyle Cunningham - 159 punti 
10. Cooper Webb - 156 punti

?

Please choose your bike

?

Please choose your bike