Rally: Jacopo Cerutti sul podio del Transanatolia Rally

Rally: Jacopo Cerutti sul podio del Transanatolia Rally

Transanatolia2020_Cerutti_3

Transanatolia2020_Cerutti_6

Transanatolia2020_Cerutti_12

Transanatolia2020_Cerutti_13

Transanatolia2020_Cerutti_10

Dopo sei lunghe tappe all’interno della Turchia, il pilota del team Solarys Racing Husqvarna conquista la terza posizione finale. quinto Maurizio Gerini

Grazie a prestazioni in crescendo, il pilota del team Solarys Racing Husqvarna Jacopo Cerutti conquista il terzo posto assoluto e sale sul podio del Transanatolia Rally 2020. Ottima prova del pilota varesino, che dopo aver trovato il set-up ottimale per la propria Husqvarna FE 450 in allestimento rally ha costantemente viaggiato in zona podio e non si è fatto sfuggire la top 3 dell'edizione 2020, vinta da Xavier de Solutrait su un'altra Husqvarna. Ottima anche la prestazione di Maurizio Gerini, partito velocissimo ma rallentato da alcuni errori e quinto finale.

Sei tappe con lunghezze medie oltre i 500 km, paesaggi mozzafiato e impegnative prove speciali rendono il Transanatolia Rally un banco di prova assai impegnativo, frequentato da molti top rider del Mondiale Rally-Raid e del Dakar Rally.

In questo 2020 avaro di possibilità di cimentarsi in gara, Jacopo Cerutti si è imbarcato in questa avventura con tutta la carica di chi ha passato mesi ad allenarsi ed è ansioso di mettere alla prova la sua condizione. Dopo le prime due giornate lunghe e veloci, su fondi sassosi in cui Jacopo si è insidiato nella top 5, Jacopo ha costruito il suo risultato nelle più complesse tappe 3 e 4, dosando con intelligenza la velocità in speciale e le sue doti di navigazione.

Dopo aver chiuso secondo il Day 5, Jacopo ha provato a vincere il Day 6, la tappa più lunga e difficile, non riuscendoci solo a causa della polvere che non gli ha consentito di superare i piloti che lo precedevano. Questo non gli ha comunque impedito di cogliere un meritato podio finale, preceduto soltanto da Xavier de Soultrait e Adrien van Beveren. 

"Mi sono divertito moltissimo," ha detto Cerutti. "Peccato perché avrei voluto vincere la sesta tappa, ma non è stato possibile per la polvere in cui sono rimasto immerso per gli ultimi 90 km. Ma in generale ho guidato bene cogliendo tutti i punti decisivi della navigazione. Sono carico per il prosieguo della stagione!"

Ottimo quinto finale l’altro alfiere del team Solarys Racing e campione in carica al Transanatolia, Maurizio Gerini. Ancora non al 100% dopo un recente intervento chirurgico, dopo essere partito fortissimo “Gerry” è rimasto quasi sempre nella top 5, ma qualche errorino di troppo lo ha portato a chiudere più indietro nella generale.